www.francescoceccarelli.euArin  by Francesco

 

 

dalla A alla Z Alve Amcor Aplimont Arin Arrarex Bruni Campeona Celp Chic Co-Fer Comocafe D.P. Ducale Elektra EMI Errebi Euro Lucres Fabar Faema Fear Gaggia Gaggia espanola Giubel Italianstyle Jata la Cara La Cimbali La Pavoni La San Marco La Santcarlo Little Marcfi Micron Express Mignon Nacional Nea Lux Neowatt Olympia Pedretti Radaelli Raymond Rok (Presso) Sama Somac Torino Vemacc Wunder Zacconi Zerowatt

 

 

 

Home Le mie caffettiere I miei macinini I miei pressini Statistiche Link News Faidate/ricambi Contatti

 

 

 

 

 

La Arin è stata prodotta negli anni '60 e '70 dalla Talleres Irimill di Barcellona.

La macchina fu presentata al II Salon de la Electrificacion di Madrid come risulta da un articolo di giornale  del 14 maggio 1965. Fabbricata in acciaio inossidabile, era pubblicizzata come in grado di fare 60-80 caffè l'ora e con una resa di 20 caffè per 100 grammi. Costava nel 1973 circa 5600 pesos, come potete vedere su una pubblicità dell'epoca.

E' la più piccola delle macchine a leva, tanto da sembrare un giocattolo, ma il suo inventore ha sviluppato una idea geniale: realizzare un gruppo che oltre a contenere il pistone con la molla, abbia funzioni di caldaia e ospiti  la resistenza, il tutto avvitato con 4 bulloni al corpo della macchina che ha il solo scopo di sorreggere il gruppo.

Non è particolarmente rara ed è ancora possibile trovarne degli esemplari ben conservati ad un prezzo ragionevole.

 

    Schede descrittive    
  Arin

(v. 1.0)

450 W - 220 volt

sn 6381

  Arin

(v. 1.)

450 W - 125 volt

sn 17783

  Arin

(v. 1.1)

450 W -220 volt

sn 54881

  Arin

(v.2.0)

ultimo modello con gruppo inscatolato,  interruttore e termostato

sn A0824850

(contributo di Koen van Leeuwen)

 

 

 

© 2011-2015 Francesco Ceccarelli. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione.