www.francescoceccarelli.euGaggia  by Francesco

 

 

dalla A alla Z Alve Amcor Aplimont Arin Arrarex Bruni Campeona Celp Chic Co-Fer Comocafe D.P. Ducale Elektra EMI Errebi Euro Lucres Fabar Faema Fear Gaggia Gaggia espanola Giubel Italianstyle Jata la Cara La Cimbali La Pavoni La San Marco La Santcarlo Little Marcfi Micron Express Mignon Nacional Nea Lux Neowatt Olympia Pedretti Radaelli Raymond Rok (Presso) Sama Somac Torino Vemacc Wunder Zacconi Zerowatt

 

 

Gilda '54

 

cronaca di un restauro

 

 

Home Le mie caffettiere I miei macinini I miei pressini Statistiche Link News Faidate/ricambi Contatti

 

 

 

 

 

La GAGGIA  viene fondata nel 1948 da Giovanni Achille Gaggia, un barista milanese  nato nel 1895 e che nel bar che gestisce dedica tutte le sue energie a migliorare la qualità del caffè prodotto.

A lui si deve l'intuizione di eliminare il vapore dal processo di produzione del caffè, tramite l'utilizzo di una molla che abbinata ad un pistone a leva, garantisce la pressione sufficiente a spingere l'acqua attraverso il caffè per un tempo abbastanza ridotto da consentire l'estrazione di un caffè ristretto.

E' il 1947 e con questa invenzione Achille Gaggia determina l'inizio del successo mondiale del caffè espresso e delle proprie macchine.

 

 

Accanto alla produzione delle macchine da bar, la Gaggia immette da subito sul mercato un modello per uso domestico: la Gilda (1952) a leva e caldaia chiusa e, a seguire, la Gilda '54 (1954), a due bracci e caldaia aperta.  Della Gilda primo modello ne esiste anche una versione maxi.

 

 

 

Dobbiamo aspettare fino ai nostri giorni per avere un nuovo modello a leva, la Achille Gaggia, chiamata così in onore del fondatore, dotata di serbatoio estraibile per erogazione continua,  ma che ha avuto poca fortuna e ne è stata cessata la produzione dopo qualche anno.

Per il mercato americano abbiamo inoltre i modelli Factory G105 (analogo alla Pavoni Romantica) e il modello Factory G106 (analogo alla Pavoni  Gran Romantica) prodotti per la Gaggia da La Pavoni.

    Schede descrittive    
1952/10 Gilda

(v. 1.0)

primo modello a 220 V
1952/11 Gilda

(v. 1.1)

presenta piccole differenze rispetto al modello precedente, come l'etichetta a destra e la sottobase di metallo, 260 V
  Gilda maxi (contributo di Ezia D'Aversa)
  Gilda '54

(v. 1.0)

modello a caldaia aperta e doppia leva - bachelite marrone - 220-280 volt
  Gilda '54

(v. 1.1)

modello successivo con logo modificato - bachelite nera
  Gilda '54

versione Monaco

modello prodotto nel Principato di Monaco
  Gilda '54

(v. 2.0)

modello caratterizzato dal filo di alimentazione integrato
  Achille Gaggia modello dedicato al fondatore della Gaggia

(contributo di Marcio Carneiro)

  Factory G105 modello simile alla Pavoni Romantica
  Factory G106 modello simile alla Pavoni Gran Romantica
         
1954 gaggia spagna

v.2.0

  macchina per bar, uffici e piccole comunità

 
Riferimenti             sito Gaggia  
  Manuale Achille Gaggia  
  Manuale Factory G105-G106  

 

 

© 2008-2018 Francesco Ceccarelli. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione.