www.francescoceccarelli.euRadaelli  by Francesco

 

 

dalla A alla Z Alve Amcor Aplimont Arin Arrarex Bruni Campeona Celp Chic Co-Fer Comocafe D.P. Ducale Elektra EMI Errebi Euro Lucres Fabar Faema Fear Gaggia Gaggia espanola Giubel Italianstyle Jata la Cara La Cimbali La Pavoni La San Marco La Santcarlo Little Marcfi Micron Express Mignon Nacional Nea Lux Neowatt Olympia Pedretti Radaelli Raymond Rok (Presso) Sama Somac Torino Vemacc Wunder Zacconi Zerowatt

Fai da te

 

 

 

 

 

Home Le mie caffettiere I miei macinini I miei pressini Statistiche Link News Faidate/ricambi Contatti

 

 

 

 

 

 

Il 3 giugno del 1953, Enrico Radaelli brevetta un nuovo, originale e ornamentale design per una macchina da caffè. disegnata in realtà dal famoso architetto Paolo Buffa.

Il brevetto riguarda solo l'aspetto esterno della macchina, nessun cenno è fatto al meccanismo di funzionamento, che è derivato senza modifiche dalla Gaggia Gilda primo modello.

La macchina viene denominata "Caffomatic" e stupisce per alcuni accorgimenti pratici, come il vetro indicatore del livello dell'acqua, posto lateralmente.

Una curiosità interessante riguarda il serial number inciso sull'etichetta posteriore, dove i primi due numeri rappresentano l'anno di produzione e i successivi numeri indicano il numero progressivo di produzione della macchina nell'anno.

E' stata prodotta nel periodo 1953-1958. E' abbastanza rara.

 

 

 

    Schede descrittive Logo Note
1953 Caffomatic

(sn 5315)

primo modello con caldaia in bronzo - 160 volt
1954 Caffomatic

(sn 54642)

secondo modello con caldaia in alluminio  - 260 volt
  portafiltro   le varie fasi di lavorazione per la replica del portafiltro
 

 

 

© 2011-2012 Francesco Ceccarelli. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione.