www.francescoceccarelli.euLe macchine da caffè a leva  by Francesco

 

 

dalla A alla Z Alve Amcor Aplimont Arin Arrarex Bruni Campeona Celp Chic Co-Fer Comocafe D.P. Ducale Elektra EMI Errebi Euro Lucres Fabar Faema Fear Gaggia Gaggia espanola Giubel Italianstyle Jata la Cara La Cimbali La Pavoni La San Marco Little Marcfi Micron Express Mignon Nacional Nea Lux Neowatt Olympia Pedretti Radaelli Raymond Rok (Presso) Sama Somac Torino Vemacc Wunder Zacconi Zerowatt

 

 

Home Le mie caffettiere I miei macinini I miei pressini Statistiche Link News Faidate/ricambi Contatti  

 

 

Le macchine da caffè da bar nascono nei primi del '900 e sono caratterizzate dal funzionamento a vapore. La qualità del caffè erogato non è eccezionale perchè il vapore lascia un sapore di bruciato nel caffè. Solo alla fine degli anni '40 verrà introdotto il pistone, che tramite l'utilizzo di acqua a 90°C consentirà di avere un caffè espresso così come lo beviamo oggi.

Nei primi anni '50, parallelamente alla produzione delle nuove macchine da bar, inizia la produzione di macchine a pistone (e quindi a leva) per uso domestico.

Gaggia GildaUna delle prime è la Gilda della Gaggia come potete constatare da un volantino dell'epoca e il cui brevetto risale al 1952.

Anche gli altri marchi storici come Faema, Cimbali, La Pavoni affiancano alla produzione dei modelli da bar quelli per uso domestico, mentre ne nascono molti altri, come Arrarex, Elektra, Olympia, Zerowatt per citarne alcuni, che sviluppano una produzione specifica per uso domestico.

Alla fine degli anni '70, con l'introduzione delle macchine a pompa, la domanda di macchine a leva diminuisce e molti modelli scompaiono dal mercato. Rimane un mercato di nicchia per "intenditori", escluso da campagne di informazione pubblicitaria e basato sul "passaparola".

Possiamo classificare le macchine a leva in due tipologie: quelle con pistone azionato da una molla (La Cimbali, Elektra, FE-AR...)  e quelle con pistone azionato manualmente (Arrarex, La Pavoni).

I principi di funzionamento e i componenti principali sono simili per tutti i modelli, una caldaia con una resistenza elettrica per scaldare l'acqua, un gruppo e un pistone azionato da una leva per l'erogazione del caffè. L'applicazione di tale principio, la qualità dei materiali, l'originalità del design sono proprie di ogni modello.

 

 

© 2008-2009 Francesco Ceccarelli. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione.